La pasta alla mugnaia è uno dei classici della tradizione culinaria abruzzese. É una pasta tipica diffusa in tutta la regione e ormai conosciuta a livello nazionale che deve le sue origini a Elice, in provincia di Pescara, nella vallata del fiume Fino, dove sorgevano numerosi i mulini ad acqua che macinavano il grano tenero, ingrediente principale di questo prodotto.

INGREDIENTI

Per la pasta:

  • 500 g farina
  • un uovo
  • 250 g carne di vitello
  • 250 g carne di maiale
  • 300 ml di acqua
  • 1 bicchiere di vino rosso per sfumare
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 200 g pomodori
  • una cipolla
  • una carota
  • sedano
  • pecorino grattugiato quanto basta
  • sale quanto basta

I maccheroni si ottengono impastando farina, uova, un pizzico di sale e 300 ml circa di acqua fino a ottenere un panetto compatto, che andrà poi diviso in tante parti da trasformare in cordoncini lunghi da appiattire con le mani. I maccheroni così ottenuti potranno essere tagliati alla lunghezza desiderata.

Per il sugo mettere la carne a soffriggere con l’olio in una padella con l’olio e, a cottura avvenuta, aggiungere il trito di cipolla, sedano e carote. Quando la carne sarà diventata rosata, si potranno aggiungere i pomodori tagliati a pezzetti, lasciando cuocere a fuoco lento per più di un’ora mescolando di tanto in tanto. Quando il sugo sarà pronto, cuocere i maccheroni in acqua bollente salata. Appena saranno al dente, scolarli, condirli col sugo e servirli in tavola cosparsi di pecorino grattugiato.